05 | 10 | 2018

Workshop_Sala A

14:00 | 15:00

Relatori

Prof. Roberto Sorrentino
curriculum
Professore di Protesi Dentaria presso l'Università Federico II di Napoli.

Le ceramiche integrali in Protesi fissa a supporto dentario ed implantare: dalla tradizione all’odontoiatria digitale

Negli ultimi anni, lo sviluppo di tecnologie innovative e l’evoluzione di materiali da restauro sempre più performanti hanno aperto le porte a quella che viene definita Odontoiatria Digitale, in particolar modo nell’ambito della Protesi Dentaria.

Le tecnologie digitali hanno profondamente modificato la pratica clinica odontoiatrica sia dal punto di vista diagnostico (indagini strumentali quali TAC Cone Beam, risonanza magnetica nucleare, ultrasonografia) sia nell’approccio operativo (tecnologie CAD/CAM, impronta ottica, materiali da restauro prodotti mediante stampanti 3D).

In ambito protesico e ricostruttivo, in particolare, l’introduzione dei sistemi di impronta digitale ha permesso di migliorare sensibilmente il comfort dei pazienti e rende oggi possibile la fabbricazione di manufatti protesici interamente realizzati con flusso di lavoro digitale sia su denti naturali che su impianti: dalla scansione intraorale della bocca del paziente, alla progettazione dei restauri per mezzo di softwares avanzati, alla produzione dei manufatti mediante fresatrici e stampanti 3D, riducendo i tempi di lavorazione ed ottenendo risultati altamente precisi e predicibili grazie alla lavorazione computerizzata CAD/CAM.

Inoltre, l’acquisizione di set di dati digitali che possano essere interpolati con scansioni radiologiche dei tessuti ossei e dei tessuti molli (ivi compresi i tessuti facciali) consente una facilitata comunicazione nel team odontoiatrico, migliorando la formulazione di corrette diagnosi e di adeguati piani di trattamento e rendendo più diretta e maggiormente fruibile la comunicazione e, conseguentemente, la compliance dei pazienti. Gli strumenti digitali, pertanto, si pongono come elemento fondamentale nell’approccio multidisciplinare alle riabilitazioni complesse, facendo convergere competenze ricostruttive (protesiche e conservative), ortodontiche e chirurgiche.

L’implementazione nella pratica clinica quotidiana di tecnologie avanzate (CAD/CAM, laser sintering e melting, stampanti 3D) ha ricevuto un impulso sinergico dallo sviluppo dei materiali restaurativi di ultima generazione: ceramiche ad elevata resistenza, compositi ibridi, tecnopolimeri e leghe metalliche ad elevata precisione. Tra questi, le ceramiche policristalline metal-free prodotte con tecnologia CAD/CAM come la zirconia e le ceramiche vetrose rinforzate come i silicati ed i disilicati di litio offrono numerosi vantaggi, quali elevato potenziale estetico, ottimali proprietà ottiche, caratteristiche meccaniche molto performanti, eccellente precisione ed accuratezza legate a tecnologie produttive di standard molto elevato. Tali miglioramenti hanno ampliato significativamente le opzioni cliniche nelle riabilitazioni protesiche sia su denti che su impianti.

La relazione si propone di offrire una revisione clinica e sperimentale dell’impiego delle ceramiche metal-free nelle riabilitazioni protesiche complesse, dalle soluzioni tradizionali alla pianificazione con workflow digitale.

Posti Disponibili 36

Presso

Mediterranea Hotel & Convention Center

Via Generale Clark 54 Salerno 84131 (SA)