L´Associazione Italiana Odontoiatri (AIO) è fondata a Roma nel 1984 dai neonati laureati in Odontoiatria Italiani. Il corso di laurea in Odontoiatria è stato istituito nel 1980 e gli studenti di Odontoiatria di allora sentirono l´esigenza di fondare una associazione a livello nazionale che li rappresentasse - AISO (Associazione Italiana Studenti di Odontoiatria) - per far fronte agli enormi problemi organizzativi e di identità culturale. Dopo il conseguimento del diploma:
l´Odontoiatra NON poteva esercitare la professione poiché mancava la legge che istituiva la professione Odontoiatrica e l´abilitazione professionale per gli stessi.

L´Odontoiatra non sapeva se in realtà avrebbe potuto mai esercitare l´Odontoiatria come specialista di una branca della Medicina o se sarebbe stato identificato come una figura paramedica limitata e in rapporto di sudditanza dal laureato in Medicina.

L´albo professionale dei Medici Chirurghi, in quel periodo, NON voleva che i laureati in Odontoiatria vi s’iscrivessero.
L´Odontoiatra NON era riconosciuto nel S.S.N. e perciò non poteva inserirsi nelle graduatorie per la specialistica e non figurava nei concorsi Ospedalieri e Universitari.
NON esistevano scuole di specializzazione post-laurea aperte ai laureati in Odontoiatria.
L´Odontoiatra  nella Europa della libera circolazione era il Laureato in Odontoiatria, in Italia si tentava di NON riconoscerlo e di dare la "patente" solo al Medico.
L´Odontoiatra, anche potendo lavorare, NON aveva nessuna copertura previdenziale e pensionistica.
L´Odontoiatra nel 1984-85-86 NON veniva accettato nell´Associazione Medici Dentisti Italiani (allora AMDI, oggi ribattezzata ANDI) in quanto non in possesso della laurea in Medicina e chirurgia.
Malgrado limitate risorse, la valenza dei personaggi che disinteressatamente si sono prodigati in AIO ha portato enormi conquiste, oggi considerate "logica normalità".

PRODOTTI IN ESPOSIZIONE

AIO

Presso

Silva Hotel Splendid

Corso Nuova Italia, 40 Fiuggi Fonte 03015 (FR)